thumbnail_image (1)

Correlazione fra prezzo e utilizzo di Bitcoin in calo

La società di blockchain intelligence Chainalysis ha scoperto che l’epidemia di COVID-19 e la conseguente recessione economica stanno influenzando le abitudini degli utilizzatori di Bitcoin (BTC) “in modi inaspettati“.

In un rapporto pubblicato in data 30 marzo, Chainalysis ha identificato tre aree — servizi commerciali, gioco d’azzardo e marketplace sul darknet — nelle quali le tendenze di spesa di Bitcoin sono notevolmente cambiate.

Correlazione fra prezzo e utilizzo di Bitcoin in calo

Chainalysis ha analizzato i volumi dei servizi commerciali da luglio 2019 a marzo 2020, scoprendo una forte correlazione positiva fra prezzo di Bitcoin e spesa: più il valore di Bitcoin è alto e più viene utilizzato per effettuare acquisti.

In seguito all’epidemia di coronavirus questa correlazione si è tuttavia indebolita, e il valore della spesa complessiva di BTC è sceso.

Se da una parte questo dimostra che i possessori della criptovaluta stanno effettivamente spendendo meno Bitcoin in seguito alla contrazione del prezzo, tale riduzione risulta meno accentuata del previsto. Questo perché appunto la correlazione fra prezzo e spesa è ora meno marcata.

Rapporto fra prezzo e utilizzo di Bitcoin, dal 7 luglio 2019 al 27 marzo 2020. Fonte: Chainalysis blog

Crollano i volumi dei marketplace sul darknet

Ben più evidenti i cambiamenti sui mercati del darknet, che solitamente presentano una debole correlazione negativa con il prezzo di Bitcoin. In seguito all’epidemia questa correlazione si è invertita, causando una significativa riduzione delle entrate per questo genere di marketplace.

Chainalysis spiega questa tendenza affermando che, a causa dell’impatto che l’epidemia ha avuto sulle catene di approvvigionamento di tutto il mondo, le sostanze illecite spesso acquistate sul darknet risultano molto più difficili da reperire:

“Gli ultimi rapporti indicano che i cartelli della droga messicani stanno avendo più difficoltà a mettere le mani sul fentanyl, in quanto la provincia cinese dello Hubei — un centro molto importante nel commercio internazionale del fentanyl — è stata colpita duramente in quanto epicentro dall’epidemia.

È probabile che questi disagi […] stiano ostacolando l’abilità dei venditori sul darknet di fare business.”

Per quanto riguarda il gioco d’azzardo, la sua correlazione marginalmente positiva con il prezzo del Bitcoin si è azzerata dall’inizio di marzo: pare quindi che l’epidemia non abbia avuto quasi alcun impatto sul comportamento dei giocatori d’azzardo.

A gennaio Chainalysis ha pubblicato il “2020 Crypto Crime Report”, nel quale svelava che nel corso del 2019 il numero di transazioni effettuate sui mercati del darknet era notevolmente aumentato rispetto all’anno precedente. Il motivo potrebbe essere legato all’implementazione di nuove tecnologie che rendono le operazioni più decentralizzate.

il trading online sulle cryptovalute è possibile anche sulle piattaforme di trading, tra cui segnaliamo BDswiss. Affidabile e sicura

Sei interessato a saperne di più ?

Lasciaci i tuoi dati ti ricontatteremo!!!

Scopri i vantaggi della conoscenza dell’analisi tecnica e fondamentale.

I Grafici sono forniti dal sito Netdania.com

Copyright © 1998 –2019 NetDania Creations ApS, Bredgade 30, 1st floor, DK-1260 Copenhagen K, Denmark, +4536980409, Contact NetDania by email

Tags: No tags

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *